Ultimo aggiornamento sito: 14/11/12

Comune di Poirino
Skip Navigation Links
CHI SIAMO
INIZIATIVEExpand INIZIATIVE
Come tolgono
i diritti agli alunni disabili?
Expand Come tolgono <br/> i diritti agli alunni disabili?
Migliorare
il sostegno
Uff.Sc.Piemonte
toglie i diritti
Expand Uff.Sc.Piemonte  <br>  toglie i diritti
Cosa fanno
i partiti
Figli di un
Dio minore...
Il sostegno
a Poirino


Aspetti e risorse della scuola








 
Numero di visite del sito: [106556]

Spariscono le 4 aree ....

1) Minestrone dannoso nell'insegnamento:

Con l'approvazione della legge 128/13 le attuali 4 aree (scientifica, umanistica, tecnica-professionale-artistica, psicomotoria) previste per
il sostegno vengono unificate;
anche per la suola secondaria superiore quindi al pari di quanto avviene in tutti gli altri ordini di scuola ci sarà un elenco di sostegno
a prescindere dalla classe di appartenenza.
Ed ecco che dopo aver colpito la quantità degli insegnanti di sostegno si dà l'ennesimo colpo negativo alla qualità!

Ma facciamo una riflessione sul perchè erano nate le aree di appartenenza:
immaginiamo una alunna in situazione di handicap che non parlando (per esempio autistici ad alto funzionamento o ritardi mentali lievi)
che decida di iscriversi in una scuola tecnica come il perito informatico perchè usa il computer come elemento fondamentale di comunicazione,
o di integrazione con il gruppo classe.
In passato la scuola provvedeva alla richiesta di un insegnante dell'area tecnica-preofessionale-artistica perchè capace di destreggiarsi
con l'uso del computer e capace di progettare forme di integrazione (come ad esempio scrivere programmi software semplificati).
Con la nuova normativa dovendo attingere alla graduatoria unificata senza aree potrà accadere tranquillamente che un programma per computer lo debba
insegnare a costruire una insegnante laureata in lettere!
Ve lo immaginate un insegnante di lettere che non ha mai scritto un programma, e che magari odia il computer perchè ama la letteratura
insegnare informatica in modio semplificato?!  Se anche volenterosa ci metterebbe dei mesi per imparare a programmare, e altri mesi per orientarsi nelle
problematiche handicap-informatica!
O viceversa vi immaginate un ingegnere elettronico, che spiega la cosa che odia di più "il suo odiato Leopardi?"

2) Spostamento semiforzoso di insegnanti inadeguati sul sostegno:

Vediamo ora la casistica ITP (insegnanti tecnico pratici).
La riforma Gelmini ha fatto il suo danno con un massiccio taglio alle unità di lezione, circa un terzo del monte ore complessivo (fonte: giornale del
sindacato Gilda frofessione docente febb. 2014) facendo diventare perdenti posto molti insegnti tecnico pratici.

Ed ecco la trovata! Agli insegnanti tecnico pratici l'amministrazione propone la riconversione su cattedre di sostegno!
Due danni in un colpo solo!!
Si toglie il posto di lavoro ad un insegnante precario che ha fatto magari un corso di due anni sul sostegno,
quasi sicuramente laureato, con un insegnante diplomato che ha fatto un corso cortissimo e quindi inutile!!
Vi immaginate le difficoltà di insegnare italiano ad un ragazzo caratteriale che ha delle crisi nervose?! Sarebbe già difficile per un laureato
in italiano che ha seguito un corso di due anni (psicologia, pedagogia, aspetti neurologici) ecc. ma come diventa difficile per un perito elettronico,
che insegna su un diploma preso venti anni prima e su reminescenze zero di italiano? Un perito elettronico che ha seguito in un corsetto breve dove
per la prima volta viene a saper cos'è la psicologia?!

Parliamo dunque della guerra tra poveri (in questo caso insegnati). Il divide et impera del diminuire i posti di lavoro ha nuovamente funzionato per
far passare le porcate a discapito degli alunni con handicap.
Facciamo un esempio: nell'area psicomotoria potevano insegnare solo gli insegnati specializzati in quell'area e sul sostegno. E' ovvio che se un alunno in
situazione di handicap che ha come necessità prevalente gli aspetti relativi al movimento è più indicato un insegnate che ha studiato per 4 anni il movimento!
Ma perfino i sindacati nel loro insieme se ne fregano degli handicappati! Cito una parte di un articolo tratto dal giornale sindacale degli iscritti al
sindacato Gilda  (fonte: giornale del sindacato Gilda frofessione docente febb. 2014). Già il titolo promette:"PERCHE' DICO SI ALL'UNIFICAZIONE
DELLE AREE DI SOSTEGNO"...  Una altro problema è legato alla ripartizione delle discipline all'interno delle quattro aree. Ad esempio mentre nell'area
tecnica AD03 confluiscono i docenti di 133 discipline diverse, nell'area psicomotoria AD04 quelli di una sola".
Ma problema per chi?Per gli insegnati che si contendono il lavoro non certo per gli handicappati!!
Quindi porcata è fatta!
I genitori non protestano perchè non sanno, gli insegnanti non protestano (come sindacato) perchè preoccupati
dei conflitti per il posto di lavoro..